SERIE B: LE PAROLE DI COACH GALLAZZI DOPO LA SCONFITTA CONTRO MONFALCONE

Una sconfitta meritata quella della Rimadesio nel turno infrasettimanale contro Monfalcone, capace di espugnare il PalaMoretto per 63-69.

“Abbiamo peccato di presunzione – esordisce il tecnico desiano – abbiamo avuto fin da subito un atteggiamento non adeguato. A livello di energia e di fisicità giocavamo contro una squadra tosta, fisica, grossa e questo lo abbiamo subito con i nostri lunghi e ci siamo caricati di falli e ci ha creato grossi problemi nel terzo quarto”.

Poi prosegue “Credo ci sia stato un insieme di cose che ha portato ad essere la peggior partita che abbiamo giocato quest’anno, come ad esempio delle rotazioni un po’ strane causate dai nostri problemi di falli, e soprattutto la grande sterilità in fase offensiva che non si limita solo al non aver fatto canestro ma soprattutto al fatto di non aver creato buoni tiri. Offensivamente non abbiamo fatto un buon lavoro e troppe volte abbiamo sbattuto sulla loro difesa facendo delle letture sbagliate, con troppa frenesia. Oggi obiettivamente dietro non abbiamo avuto intensità, davanti non abbiamo avuto letture e le due cose hanno fatto si che quando loro hanno fatto il parziale poi noi eravamo scarichi e non abbiamo avuto energie soprattutto mentali per poter riprendere la partita”.

Infine chiude “Questa sconfitta se la pendiamo nella maniera giusta può essere salutare. Io resto coerente con il mio pensiero di inizio anno e cioè che è un campionato dove escluse le prime tre è molto livellato, con tante squadre che hanno un valore molto simile e questo ti può portare a perdere delle partite anche in casa se non le approcci nella maniera giusta. Dobbiamo toglierci un po’di presunzione che abbiamo visto oggi, perchè abbiamo vinto delle partite sbagliando l’approccio, rimontando grandi svantaggi e questo secondo me ci ha fatto pensare di poterlo fare sempre ed invece dobbiamo aumentare il livello di attenzione e concentrazione sulla partita per essere più regolari”.

Domenica alle 18 si torna in campo in terra siciliana sul campo di Capo d’Orlando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *